Istat: reddito medio familiare in crescita ma uno su tre è a rischio povertà

I risultati dell'indagine Istat  sulle condizioni di vita, reddito e carico fiscale mostrano una crescita del reddito disponibile e del poter ed'acquisto delle famiglie (riferito al 2015), associata a un aumento della disuguaglianza economica e del rischio di povertà o esclusione sociale. Il reddito netto medio annuo per famiglia (esclusi gli affitti figurativi) è pari a 29.988 euro, circa 2.500 euro al mese (+1,8% in termini nominali e +1,7% in termini di potere d'acquisto rispetto al 2014). Tuttavia, metà delle famiglie residenti...  CONTINUA

Il Parlamento Europeo per la disabilità: più diritti, più partecipazione

Il 6 dicembre scorso il si è riunito a  Bruxelles IV Parlamento Europeo delle Persone con Disabilità (EPPD) . Al termine dell’incontro sono stati approvati  tre documenti per la realizzazione degli obiettivi che l'Unione europea si è posta in materia di disabilità: la Risoluzione sulla prossima Strategia europea per la disabilità, la Risoluzione sullo European Accessibility Act e il Manifesto sulle elezioni europee 2019 accessibili. Nei primi due documenti si fa esplicito riferimento all’incremento della disabilità...  CONTINUA

Panel Centro Studi 50&Più

Il Centro Studi 50&Più sta costituendo un campione di persone, di diverse età, a cui sottoporre periodicamente dei brevi e semplici questionari legati alla percezione dell'invecchiamento e alla vita in età anziana. Le risposte fornite verranno utilizzate per elaborare analisi e approfondimenti, a cui il Centro darà ampia visibilità sui propri canali informativi. In nessun caso verranno forniti i nominativi dei componenti il campione. Chiediamo ai nostri lettori di aderire a questo progetto e di aiutarci così ad elaborare...  CONTINUA

Il rapporto Oasi 2017: equilibrio sempre più difficile tra vincoli finanziari, invecchiamento e...

Riassumendo le principali evidenze del rapporto OASI  2017  sullo stato della sanità italiana ( del Cergas-Bocconi), si evidenzia che le attuali condizioni di precario equilibrio stanno per scomparire. I trend demografici non accennano ad invertirsi, con un numero medio di figli per donna pari a 1,34 nel 2016, in lieve calo dal 2015 (1,35). Le proiezioni  stimano un rapporto tra anziani e popolazione attiva che raggiungerà quota 60 a 100 nel 2065, mentre si ridurrà progressivamente la capacità di spesa dei futuri pensionati....  CONTINUA

Dossier Amare ad ogni età

L’ingresso nella cosiddetta “vecchiaia” è slittato sempre più in là negli anni, e sempre più spesso le persone vivono questa età della vita in salute o conservando una buona autonomia anche nella malattia. Se la vita continua in pienezza, lo fa in tutti i suoi aspetti, compresi quelli legati all’affettività, alla sessualità, ai sentimenti. Lo stereotipo del vecchio saggio, appagato e “sistemato”...  CONTINUA


 
  SELEZIONATI PER STAMPA
12345678910 Ultima
Totale Articoli: 965