Iscrizione newsletter Chiudi

Registrati alla Newsletter, per essere sempre aggiornato.

* Campo obbligatorio

Indirizzo Email

*

Nome

Cognome

Tipologia Utente:

*
*
Carta d'Identità Centro Studi 50&Più Chiudi

Scegliere di essere felici

Quando John Leland comincia a occuparsi di anziani per il New York Times, la sua disposizione d’animo è quella di chi si prepara a un viaggio attraverso la solitudine e il deterioramento fisico e...  CONTINUA

Se vuoi essere felice, impara a pensare come un vecchio

La vita dei "superanziani", raccontata nel libro "Scegliere di essere felici" (edizioni Solferino, anno 2018) di John Leland, giornalista d’inchiesta del New York Times. Condividendo per un anno le...  CONTINUA

Non chiamateli vecchi

Sono sempre più numerose le ricerche che riguardano le opinioni della popolazione rispetto agli over 65. I dati di Astra ricerche rivelano che, per gli italiani, si tratta di un gruppo...  CONTINUA

L’attimo fuggente dei nonni giapponesi

Gli anziani, nel paese del Sol Levante, si sentono disprezzati. Li chiamano la generazione di platino; il termine è rougai (vecchi rompiscatole), perché sugli autobus sbuffano per avere il posto a...  CONTINUA

Senior e Pet: un rapporto virtuoso. Tanti benefici sulla salute e sull'umore

Senior Italia FederAnziani (Federazione delle associazioni della terza età) e Mars Italia (azienda  nel settore del pet care) hanno realizzato un’indagine per analizzare le caratteristiche...  CONTINUA

Perché gli anziani possono disorientarsi dopo un lungo periodo in rianimazione o ospedale?

Per il paziente anziano spesso è difficile adattarsi a cambiamenti rilevanti come può essere un ricovero in ospedale – spiega la dottoressa Agnese Rossi, psicoterapeuta di Humanitas Gavazzeni -. La...  CONTINUA

Alzarsi col “piede sbagliato” compromette la giornata. Lo dice uno studio

Da uno studio del Center for Healthy Aging  (Pennsylvania University)  emerge che, cominciare male la giornata,  può avere conseguenze sulle 24 ore successive. A subire questo impatto negativo sono...  CONTINUA

Se ti senti più giovane forse vivi più a lungo

L'approccio all’invecchiamento che distingue fra età percepita e anagrafica inizia negli anni ’70-80 e si rafforza in una serie di studi che vanno dagli anni ’90 in poi. Una ricerca dell’American...  CONTINUA

L’età percepita ha più valore dell’età anagrafica sul futuro della salute

«Si ha solo l’età che si sente» dice un detto. E sembra proprio essere così perché gli anni che si sentono hanno profonde implicazioni nel processo di invecchiamento e sul nostro stato di salute....  CONTINUA

Religiosità nella terza età: il ruolo degli ormoni sessuali

Un nuovo studio condotto da Aniruddha Das della McGill University, in Canada, svela come oltre alla psicologia e all’educazione, anche la biologia potrebbe concorrere alla religiosità di un...  CONTINUA


Prima 10111213141516171819 Ultima