Iscrizione newsletter Chiudi

Registrati alla Newsletter, per essere sempre aggiornato.

* Campo obbligatorio

Indirizzo Email

*

Nome

Cognome

Tipologia Utente:

*
*
Carta d'Identità Centro Studi 50&Più Chiudi

D'Amico Paola

Si, invecchio ma Attivo il mio tempo

Buone notizie (inserto Corriere della Sera), 10, 2022

Il 9 maggio prende il via il nuovo progetto “Attivo il mio tempo: un pensionamento generAt(t)ivo”, promosso da Csv Belluno-Treviso con i Coordinamenti del volontariato e le associazioni del territorio trevigiano e bellunese. Si tratta di iniziative promosse per incentivare l’invecchiamento attivo e la cultura del volontariato, combattendo i fenomeni di marginalità e fragilità, per una maggiore inclusione sociale dei cittadini in fase di pensionamento o pensionati, veri protagonisti nella costituzione di comunità più solidali e vicine al prossimo. 

In programma un ciclo di 10 incontri pubblici dedicati (equamente suddivisi tra trevigiano e bellunese) nell’ambito della co-progettazione finanziata dalla Regione del Veneto e realizzata in collaborazione con la Camera di Commercio Treviso-Belluno. Con il progetto “Attivo il mio tempo”, si legge in una nota, le persone potranno conoscere le realtà associative del proprio territorio attraverso l’esperienza di chi è già volontario e scoprire cosa poter fare, accedere a uno sportello di orientamento dedicato, partecipare ad attività formative specifiche per diventare volontari, come quelle proposte da Università del Volontariato. 

Una volta prescelto uno tra i diversi ambiti operativi – anziani, disabili, minori, ambiente, povertà – il percorso prevede poi l’ingresso in un’Associazione di Volontariato per entrare o tornare a far parte di una delle tante realtà sociali del proprio territorio, aiutare chi è più in difficoltà rimanendo attivi e continuando a mettere a frutto le proprie passioni e abilità. “La pandemia ha evidenziato quanto sia importante il ruolo e la qualità della vita delle generazioni più anziane per la coesione e la tenuta del nostro sistema sociale”, afferma Alberto Franceschini, presidente del Csv Belluno-Treviso. “Il progressivo invecchiamento della popolazione – aggiunge – ci pone davanti a nuove sfide. Avere anziani più attivi, indipendenti e autonomi significa migliorare non solo la loro qualità della vita e delle loro famiglie, ma il benessere della collettività”.

(Sintesi redatta da: Anna Costalunga)

TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE     AGGIUNGI AI PREFERITI     I MIEI PREFERITI
Autore (Cognome Nome)D'Amico Paola
Casa Editrice, città
Collana
Anno Pubblicazione2022
Pagine
LinguaItaliano
OriginaleSi
Data dell'articolo19000101
Numero10
Fonte
Approfondimenti Online
FonteBuone notizie (inserto Corriere della Sera)
Subtitolo in stampaBuone notizie (inserto Corriere della Sera), 10, 2022
Fonte da stampare(Sintesi redatta da: Anna Costalunga)
Volume
Approfondimenti
D'Amico Paola
Attori
Parole chiave: Buone pratiche Invecchiamento attivo Volontariato professionale