Iscrizione newsletter Chiudi

Registrati alla Newsletter, per essere sempre aggiornato.

* Campo obbligatorio

Indirizzo Email

*

Nome

Cognome

Tipologia Utente:

*
*
Carta d'Identità Centro Studi 50&Più Chiudi

Santi Serena

Nutraceutica e patologie oculari: quale rapporto? Scuderi (La Sapienza): «Curiamo ipovedenti con specifica alimentazione»

www.sanitainformazione.it, 14-10-2018

Secondo le stime dell’Oms oggi ci sono 217 milioni di ipovedenti al mondo ma nell’ 85% dei casi la minorazione visiva potrebbe essere evitabile. Al primo posto tra le cause di cecità, c’è la cataratta, al secondo il glaucoma e al terzo la Degenerazione Maculare Senile. In Italia il consumo di nutraceutici per combattere patologie oculari è sempre più in crescita, «questi componenti oggi trovano un impiego sempre più diffuso come coadiuvanti di diverse malattie della vista», spiega Gianluca Scuderi, Professore associato del Dipartimento di Neuroscienze, Salute Mentale e Organi Di Senso (Nesmos) dell’Università di Roma Sapienza, in occasione del V° Congresso su Nutraceutica e Occhio organizzato oggi a Roma con il patrocinio della Sapienza e della SiNut (Società Italiana Nutraceutica).

(Fonte: tratto dall'articolo)

Approfondimenti on line
TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE     AGGIUNGI AI PREFERITI     I MIEI PREFERITI
Autore (Cognome Nome)Santi Serena
Casa Editrice, città
Collana
Anno Pubblicazione
Pagine
LinguaItaliano
OriginaleNo
Data dell'articolo2018-10-14
Numero
Fontewww.sanitainformazione.it
Approfondimenti Onlinewww.sanitainformazione.it/salute/nutraceutica-e-patologie-oculari-quale-rapporto-scuderi-sapienza/
Subtitolo in stampawww.sanitainformazione.it, 14-10-2018
Fonte da stampare(Fonte: tratto dall'articolo)
Volume
Approfondimenti
Approfondimenti on line
Santi Serena
Attori
Parole chiave: Alimentazione Cecità Disturbi e malattie legati all'invecchiamento