Faiella Maria Giovanna

Mancano gli aiuti per chi assiste i familiari malati di Parkinson

Il Corriere della Sera, 03-12-2017, p.59

I caregiver in Italia sono prevalentemente donne, con età media di 59 anni, e assistono i familiari malati di Parkinson per dieci ore al giorno, in almeno un caso su tre da sole. Per questo sforzo i caregiver si ammalano più spesso, hanno difficoltà psicologiche e il più delle volte sacrificano il lavoro, il tempo libero, le amicizie. Questi i dati che emergono dalla recente ricerca del Censis, su un campione di 203 caregiver di malati di Parkinson in stadio avanzato. Debbono ricordare ai malati di prendere i farmaci negli orari giusti, in più del 40% dei casi aiutarli a lavarsi, senza contare che il 38% ha difficoltà a vestirsi, il 35% ha problemi di continenza, e più del 30% ha difficoltà a muoversi. Solamente il 2,5% del campione riceve aiuto da personale pubblico, mentre il resto riceve sostegno da familiari o badanti. Le richieste dei caregiver che emergono dall’inchiesta del Censis vanno dagli sgravi fiscali, aiuti economici ma anche cambiamenti nel lavoro e ricoveri temporanei per i propri congiunti per potersi riposare. Altre richieste sono legate al bisogno di non essere lasciati soli, quindi la possibilità di un infermiere a domicilio o un numero di telefono sempre attivo con un’equipe medica per le informazioni o le emergenze.

(Sintesi redatta da: Balloni Flavia)
TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE SELEZIONATI PER STAMPA
Autore (Cognome Nome)Faiella Maria Giovanna
Casa Editrice, città
Collana
Anno Pubblicazione2017
Pagine59
LinguaItaliano
OriginaleSi
Data dell'articolo2017-12-03
Numero
Fonte
Approfondimenti Online
FonteIl Corriere della Sera
Subtitolo in stampaIl Corriere della Sera, 03-12-2017, p.59
Fonte da stampare(Sintesi redatta da: Balloni Flavia)
Volume
Approfondimenti
Faiella Maria Giovanna